martes, 30 de mayo de 2017

La primavera sacra, Scuole Italiane all'Estero. Letture. Classe II (1929)




«La primavera sacra.

Nei tempi antichissimi, quando in una città gli abitanti si facevano troppo numerosi, e non c’era posto, e non c’era il pane per tutti, i giovani e le fanciulle erano consacrati a Dio, e col tornare della buona stagione dovevano partire.
Andavano a cercare una nuova terra, nella quale avrebbero fondato una nuova città.
Lasciavano i loro parenti, le loro case, i loro beni, ed emigravano molto lontano.
Questa emigrazione dei giovani si chiamava primavera sacra: primavera, perchè avveniva col ritorno della primavera; sacra, perchè la gioventù che se ne andava verso un nuovo destino era consacrata a Dio.
Così la Patria portava in terre lontane la propia civiltà.»


Scuole Italiane all’Estero. Letture. Classe II. Roma: Istituto Poligrafico dello Stato, 1929 –VII.

No hay comentarios:

Publicar un comentario